Lo sport per la crescita e l'educazione dei giovani

Il metodo

La nostra forza distintiva: proporre un metodo che abbracci le diverse sfere di crescita della persona

Area Psico-pedagogica

 

sostenere i dirigenti nella gestione e organizzazione delle attività della società;

aiutare a migliorare il rapporto e la collaborazione tra tecnici dello stesso staff, tra tecnico ed allievo/ atleta, tra tecnico e genitori;

migliorare la comunicazione e il passaggio dell’informazione per una corretta accoglienza dei bambini e dei genitori e una funzionale collaborazione con lo staff tecnico;

aiutare i tecnici a muoversi e focalizzare le situazioni su cui lavorare;

aumentare le capacità d’intervento sulle interazioni specifiche sapendo leggerle attraverso l’analisi del contesto e della circolarità della comunicazione per cogliere i significati dell’esperienza quotidiana.

Area Alimentare e Sport

 

Nella vita è fondamentale educare i ragazzi all’assunzione di uno stile di vita sano, educarli sin dall’infanzia, sia dal punto di vista sportivo che nutrizionale.

La finalità mira proprio ad educare sia i bambini che genitori, attraverso un incontro nel quale verrà affrontato il concetto di sana alimentazione.

Per i bambini dopo l’incontro, ci sarà qualche ora dedicata ai giochi alimentari, per fissare e/o chiarire i punti cruciali affrontati nel corso dell’incontro.

Area Formazione Allenatori e Istruttori

 

Linee guida di programmazione: attività di base e agonistica
Linee guida di metodologia: attività di base e agonistica (dalla tecnica individuale alla tattica collettiva)Incontri mensili e trimestrali con tecnici del settoreProgrammare per fasce d’età
Come redarre il piano dell’offerta formativa sportiva Lo sport protagonista dell’emergenza educativa

  1. Confronto fra genitori, allenatori e dirigenti
  2. I principi educativi e tecnici che guidano la pratica sportiva per fasce d’età
  3. Gli strumenti per la collaborazione fra gli adulti (genitori, allenatori, dirigenti) che educano attraverso lo sport e il movimento (Piano offerta formativa sportiva)
  4. L’attenzione alla relazionale in ambito sportivo
  5. Competenze dell’allenatore/istruttore di giovani atleti
  6. Le dimensioni costitutive dell’età evolutiva
  7. La programmazione del lavoro tecnico
  8. Preparazione atletica attività di base e agonistica
  9. Tecnica tattica attività di base e agonistica
  10. Alimentazione

POF SPORTIVO

Le linee guida per la programmazione di base

LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA: LE FUNZIONI

 

Dichiarare l’obiettivo educativo-didattico.
Rendere attuabile un’azione didattica: verifica della concretezza. Coagula le specialità di ciascuno su un fine comune riconoscendo i rispettivi ambiti d’intervento. Ha qualità di fattibilità e fallibilità

Come programmiamo

 

Si parte dalle FINALITA’ stabilite dalla società.

 

Analisi della situazione didattica: giovane atleta che apprende e tecnico che favorisce l’apprendimento gruppo-squadra

Contesto (società,ambiente, genitori, scuola)
Si individuano i bisogni (educativi e tecnico-tattici) del giovane atleta

Dai bisogni si individuano gli obiettivi per analizzare gli obiettivi qual è il metodo più adeguato